La città di Ascoli Piceno ha origini antichissime, il suo passato plurimillenario (esisteva prima di Roma) è dimostrato nei resti, nelle testimonianze rimaste a sfidare i secoli, tuttora visibili e visitabili.

La città di Ascoli Piceno si trova a ridosso degli Appennini e dalla sua posizione geografica deriva il clima appunto sub-appenninico.

È affiancata dal Monte dell’Ascensione, dal Colle San Marco e dalla Montagna dei Fiori. Si trovano a poca distanza anche due parchi nazionali protetti, il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. La bellezza storico-culturale-architettonica della città di Ascoli Piceno è indiscussa tanto che essa è stata presentata per la candidatura come territorio patrimonio dell’umanità Unesco e nei prossimi anni entrerà a far parte di questa classifica di siti nel mondo che testimoniano l’importanza dal punto di vista culturale e naturale. Il suo stile è rinascimentale e si trovano pavimentazioni in travertino soprattutto nel centro storico.

La Piazza principale, Piazza del Popolo presenta questa bellissima pavimentazione in travertino e le logge laterali che, insieme alla torre merlata, offrono una suggestiva immagine, soprattutto di sera, col riflesso delle luci artificiali che riflettono e creano un gioco di colori e penombre veramente unico. Palazzo dei Capitani vi si affaccia con un’eleganza singolare e da una sensazione di eleganza. Vi sono non lontano due altre belle piazze, Piazza Arringo che è la più antica e Piazza Ventidio Basso, dove si svolge il conosciuto evento della Quintana, manifestazione storica con torneo cavalleresco e corteo di costumi storici.

Piazza Arringo Ascoli PicenoLa giostra della Quintana è una rievocazione storica medioevale con giostra equestre che si tiene dal 1955 la prima domenica del mese di agosto, in occasione del patrono della città (S.Emidio). Dal 1997 viene svolta, in notturna, una seconda edizione della Quintana il secondo sabato del mese di luglio.

Vi sono alcuni teatri anche ultimamente ristrutturati, da visitare, come il Ventidio Basso, il Teatro dei Filarmonici e il Teatro Romano. Vi sono, inoltre, l’università con diverse facoltà, tre biblioteche, la Biblioteca Comunale, Biblioteca ed Archivio Diocesano e l’Archivio di Stato. Molti musei tra i quali la Pinacoteca Civica, la Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini, il Museo della Ceramica, il Museo dell’Alto Medioevo, il Museo Diocesano, il Museo della Cartiera papale e altri. La posizione territoriale strategica di Ascoli Piceno permette di raggiungere in poco tempo le Terme di Acquasanta, i Monti e anche il mare di San Benedetto del Tronto e dunque delle vicine cittadine della Riviera Adriatica.

Collegata a Roma con la statale Salaria e con le Ferrovie dello Stato tramite la vicina San Benedetto del Tronto, risulta facilmente raggiungibile e ben collegata.